Guerra, ministro esteri ungherese: “Solo il cessate il fuoco porrà fine al conflitto”

Per Budapest è l'unica soluzione per porre fine alle ostilità

Le soluzioni che l’Unione Europea sta cercando di trovare per risolvere la crisi in Ucraina non funzionano e il conflitto potrebbe essere concluso solo attraverso un cessate il fuoco. Lo ha detto il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto in un’intervista per il canale televisivo SVT .

Il primo obiettivo è porre fine alla morte delle persone, il che significa un accordo di cessate il fuoco e nient’altro“, ha detto. Secondo Szijjarto, le sanzioni dell’UE non sono riuscite a fermare il conflitto, ma anzi hanno peggiorato la situazione.

- Advertisement -

Abbiamo già introdotto 10 pacchetti di sanzioni; ci hanno avvicinato di più a una risoluzione del conflitto? No. Hanno messo in ginocchio la Russia? No. Ci hanno danneggiato? Sì. Penso che le ‘soluzioni’ che abbiamo cercato di trovare in Europa semplicemente non hanno funzionato, perché ci siamo fatti prendere troppo dalla mentalità della guerra“, ha detto il ministro degli esteri di Budapest.

Altra questione cruciale affrontata dal ministro è stata la spedizione di armi a Kiev, che Budapest ritiene controproducente. A tale domanda il ministro degli Esteri ha risposto: “Siamo uno stato vicino all’Ucraina e non vogliamo che muoiano altre persone. Per questo stiamo lavorando per fermarlo. Non spediamo armi , continuiamo a sostenere la pace“.

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...