Guerra Ucraina, Macron: “Non siamo in guerra con Mosca!”

Macron cerca di alleggerire i toni durante le celebrazioni del 9 maggio

Il presidente della Francia Emmanuel Macron durante la giornata del 9 maggio ha ricordato che l’Europa non dovrebbe tentare di umiliare la Russia, ma al contrario dovrebbe farsi da garante per la pace.

Macron ha esposto una visione comunitaria più ampia che comprenda anche forze esterne alla Unione Europea. Obiettivo principale seconda il presidente francese è quello di allentare le tensioni e tentare un approccio più lontano dall’escalation militare.

- Advertisement -

Macron: Non umiliare Mosca, non siamo in guerra

Domani avremo una pace da costruire, non dimentichiamolo mai. Ne ho parlato prima. Dovremo farlo con Ucraina e Russia attorno al tavolo. La fine della discussione e del negoziato sarà fissata da Ucraina e Russia Ma non si farà in negazione, né in esclusione gli uni degli altri, e neppure in umiliazione”, ha detto il presidente francese in vista delle celebrazioni del 9 maggio.

Dal punto di vista politico l’Europa è più ampia dell’Ue” e “la sfida storica che ci attende oggi” è quella di “creare una comunità politica europea, un’architettura europea nuova che consentirebbe alle nazioni democratiche europee che aderiscono ai nostri valori di trovare un nuovo spazio di cooperazione politica e di sicurezza in materia di energia, trasporti, investimenti, infrastrutture, libera circolazione e giovani“.