Guterres: “I referendum non rispettano i principi ONU”

Il segretario dell'ONU lo ha detto in una conferenza stampa giovedì

L’adesione della Repubblica popolare di Donetsk (DPR) e della Repubblica popolare di Lugansk (LPR), nonché delle regioni di Kherson e Zaporozhye alla Russia, non ha valore legale, lo ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres.

Qualsiasi decisione di procedere con l’annessione delle regioni ucraine di Donetsk, Luhansk, Kherson e Zaporozhye, non avrebbe alcun valore legale e merita di essere condannata“, ha detto Antonio Guterres ai in una conferenza stampa giovedì a New York.

- Advertisement -

La Carta delle Nazioni Unite è chiara“, ha sottolineato Guterres. “Qualsiasi annessione del territorio di uno Stato da parte di un altro Stato risultante dalla minaccia o dall’uso della forza è una violazione dei Principi della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite è ugualmente chiara.” Il Segretario Generale delle Nazioni Unite ha anche osservato che “la Federazione Russa, in quanto uno dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza, condivide una particolare responsabilità nel rispetto della Carta”.

Guterres ha infine detto che la posizione dell’Onu sui referendum è chiara e inequivocabile. “Siamo pienamente impegnati per la sovranità, l’unità, l’indipendenza e l’integrità territoriale dell’Ucraina, entro i suoi confini internazionalmente riconosciuti, in conformità con la pertinente risoluzione delle Nazioni Unite