Il jeans si fa chic!

per la prossima stagione autunno-inverno 2017 il jeans diventa il protagonista di tutti gli outfits!

I jeans sono uno dei capi d’abbigliamento che da diverse generazioni popolano gli armadi di giovani e adulti. Gli antenati dei denim sono italiani, precisamente genovesi, e risalgono al medioevo quando la produzione tessile dell’epoca esportava dei manufatti in lana, seta, lino, cotone e fustagno. Successivamente nel XV secolo la provincia di Torino produceva un fustagno blu esportato attraverso il porto di Genova e veniva utilizzato per confezionare i sacchi per le vele delle navi e coprire le merci nel porto.

Il termine blue-jeans deriva da ‘bleu de Gênes’ cioè blu di Genova. La trasformazione da pezzi di tela a indumento deriva da questa città. Nel 1853, in seguito alla scoperta dell’oro in California, Levi Strauss per vendere vestiti utili ai cercatori di oro fondò la Levi Strauss&Co (attuale Levi’s) creando il modello 501. Il moderno denim è stato disegnato e cucito dal sarto Jacob David che aggiunse i rivetti in rame per rinforzare le tasche. Nel 1890 il tessuto ‘jeans’ è sinonimo di pantalone e la stoffa utilizzata si chiamerà denim; in questo modo diversi saranno i produttori di questo capo tra cui Harry David Lee e C.C. Hudson oggi noti con il nome di Lee e Wrangler. Sempre nello stesso anno fu aggiunto il taschino per l’orologio e monetine.
La moda prende in seria considerazione l’idea di far diventare il denim un capo d’abbigliamento di tutto rispetto quando nel 1937 appare per la prima volta sulla rivista Vogue. Sarà soltanto alla metà del XX secolo grazie al cinema americano che i jeans diventano i protagonisti del tempo libero. Indossato sulle pellicole cinematografiche e dalle rockstars del periodo si trasformano in sinonimo di ribellione e spensieratezza divenendo così il ‘marchio’ borghese per eccellenza.

Negli anni ’70 i jeans non saranno più attillati ma si sfangiano, saranno dipinti e a ‘zampa d’elefante’. Dagli anni ’80-’90 diventano un vero e proprio oggetto di lusso, di fatti molti stilisti di fama internazionale creano delle collezioni a edizione limitata e saranno arricchiti da decorazioni di vario materiale. Nel 2000 diventa uno stile di abbigliamento ‘jeansweare’ cosicché il denim non è solo pantalone ma anche camicie, gonne, giacche, cappelli, borse e scarpe.

Loading...

Quest’autunno-inverno 2017 il jeans diventa un capo estremamente elegante e sofisticato, dinamico e casual-chic.

Vi riportiamo gli outifit più belli che sono stati sfoggiati sulle passerelle alla Milano Fashion Week di quest’anno così da proporvi delle idee originali per i vostri look:

Max Mara ci propone un bellissimo tailleur in denim pantalone che viene abbinato ad una camicia scura a collo scuro e un cappotto oversize.

Calvin Klein fa sfilare un look total denim: camicia e pantalone scuri.

Diesel ci fa ammirare un pantalone palazzo a righe in total denim.

Adam Selman trasforma il trench, il capo spalla autunnale per eccellenza, il jeans allacciando in vita una cintura nera per segnare il punto vita.

Dior disegna un pantalone palazzo blu scuro con risvoltino.

Faith Connexion non punta sicuramente sul minimal e la semplicità. Qui il denim si trasforma in gilet!

Saint Lauren porta in passerella l’evergreen skinny jeans tanto amato dalle giovanissime e non: perfetto per chi desidera un outfit molto sexy.

Tibi trasforma la longuette in jeans. Un’idea un po’ azzardata ma sicuramente originale.

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell'Occidente e dell'Oriente - Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parlo correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico. Da sempre sostenitrice dell'arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano 'La Sicilia'. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto. Nello stesso periodo, oltre a continuare gli studi accademici, si occupa di giornalismo ricoprendo il ruolo di Caporedattore per la rivista online 'Sicilia del Gusto' e inizia sempre nello stesso periodo la carriera di speaker radiofonica. Proprio quest'ultima riscuote molto successo nel territorio palermitano, l'appuntamento domenicale (dalle 10.00 alle 11.00) viene apprezzato anche sul territorio nazionale ed internazionale in streaming. Successivamente collabora per riviste culturali siciliane, redige prefazioni di libri, si occupa di traduzione e interpretariato per enti privati e ultima gli studi accademici nel marzo 2017. Prosegue con successo la sua attività radiofonica collaborando per una Web Radio Romana, divenendo anche Responsabile dell'Ufficio Stampa, caporedattrice della Radio assumento un ruolo dirigenziale. Attualmente è candidata nella 'Categoria Speaker Femminili' al Web Radio Festival. Dal mese di settembre 2017 ha aperto un canale su Youtube di viaggi in cui racconta le bellezze artistico-culturali ed enogastronomiche italiane con un ampio focus sulla sua terra: la Sicilia.