Il sogno di Donna Emilia: un fumetto per i 100 anni dell’Associazione Scarlatti

Ideato e curato con la collaborazione del COMICON, la storia è stata scritta da una valente giovane napoletana, Chiara Macor . Le circa 24 pagine del fumetto saranno realizzate da un team già affiatato di disegnatori campani Pasquale Qualano, Vincenzo “Viska” Federici e Vincenzo Carratù, con Andrea Errico alla colorazione.

A corollario della mostra “Napoli, musica ininterrotta.

100 anni dell’associazione Alessandro Scarlatti”, la Regione Campania e Scabec hanno, promosso la realizzazione di un albo a fumetti incentrato sulla meravigliosa storia umana e professionale della Gubitosi, e della sua importanza per la città di Napoli e per la musica in generale.

Ideato e curato con la collaborazione del Salone del Fumetto di Napoli, COMICON,

la storia disegnata è stata scritta da una valente giovane napoletana, Chiara Macor, combattiva e vibrante sceneggiatrice reduce da alcuni progetti riuscitissimi nel campo della Nona Arte, dopo l’iter didattico concluso con la Scuola di Comix partenopea, ma con anche competenze musicali e di Storia dell’Arte.

Le circa 24 pagine del fumetto saranno realizzate da un team già affiatato di disegnatori campani,

una triade di giovani ma già molto conosciuti professionisti del settore, che rispondono al nome di Pasquale Qualano, Vincenzo “Viska” Federici e Vincenzo Carratù, con Andrea Errico alla colorazione.

Autori già molto esperti, presenti da anni nel mercato della serialità nazionale e internazionale, tra le dinamiche Bonelliane e seriali da edicola e il grande mondo dei Comics USA cui spesso hanno prestato le loro matite.

Il fumetto così composto, ambientato soprattutto nella prima metà del secolo scorso, verte sulla vita avventurosa e artistica di Emilia Gubitosi

(ricordiamo, la prima donna in Italia a conseguire il diploma di composizione, e a soli diciotto anni, per il quale fu necessario chiedere al ministro un permesso speciale, perché all’epoca era vietato alle donne frequentare quel corso) e le altre personalità che animarono Villa Maria, storica sede della nascente Associazione, e che hanno contribuito a creare quel progetto fantastico che è stata

l’Associazione Scarlatti, con il suo Coro, l’Orchestra, i corsi, la promozione della musica, gli archivi musicali, le Sale di musica, i grandi concerti organizzati e la fama nazionale che è riuscita a ritagliarsi;

la storia a fumetti cercherà di rappresentare soprattutto la scintilla creativa inziale di due coraggiose e combattive donne, il motore segreto della longeva Associazione, vera e propria fabbrica della musica a Napoli dal 1919 sino ad oggi, ben oltre l’esistenza dei coniugi Napolitano.

La Scabec Spa è la società in-house della Regione Campania,

specializzata in progetti di promozione, valorizzazione e comunicazione dei beni culturali regionali, visti anche come attrattori turistici e di sviluppo del territorio.

La Scabec opera nel settore dei beni culturali da oltre dieci anni, con professionalità interne e attraverso la selezione di partner e di fornitori di alto profilo, erogando servizi al pubblico e ai committenti;

elabora progetti e attua azioni di valorizzazione, promuove e mette in circuito i principali siti e musei della Campania, in collaborazione con Comuni, Soprintendenze, Musei, Associazioni.

Realizza eventi e festival legati alla promozione del patrimonio culturale materiale e immateriale. Cura la comunicazione del Museo d’arte contemporanea MADRE e alcuni dei suoi principali servizi museali. Ha ideato, cura e promuove il pass turistico Campania> Artecard, che unisce ingressi museali e trasporto pubblico.

(Tutte le informazioni su www.campaniartecard.it).

La Scabec fornisce, inoltre, servizi per l’organizzazione di mostre ed eventi, didattica, biblioteche e librerie, produzioni di materiali promozionali, organizzazione special events in fiere e borse del turismo per la promozione dei beni culturali regionali.

Il Consiglio d’Amministrazione della Scabec è presieduto da Antonio Bottiglieri, vicepresidente Teresa Armato, consigliere Nicola Oddati

L’Associazione Alessandro Scarlatti, fondata nel 1918,

è la più antica associazione musicale del Mezzogiorno, dal 1948 è eretta ad Ente Morale ed è iscritta nell’Albo Regionale delle Istituzioni di Alta Cultura della Regione Campania.

Ha per scopo esclusivamente la diffusione dell’arte e della cultura musicale nelle sue molteplici forme e a tal fine organizza una stagione concertistica di rilievo nazionale, programmi di formazioni musicale per l’infanzia disagiata

( Progetto Musica e Società con Fondazione con il Sud), laboratori per gli allievi dei Conservatori del Sud finalizzati a completarne la formazione per supportarne la competitività sul mercato del lavoro ( Progetto Scarlattilab), valorizzazione degli Organi Storici delle Chiese della nostra Regione, le conferenze Parliamo di Musica, pubblicazioni.