Irlanda del Nord: il partito nazionalista Sinn Fèin vince le elezioni

Battuto il partito unionista Democratic Union Party

In Irlanda del Nord il partito nazionalista Sinn Fèin è riuscito a vincere le elezioni. Ottenendo la maggioranza dei seggi in Parlamento il partito di sinistra si presta a governare e a raggiunger lo scopo principale: ottenere la riunificazione con l’Irlanda. Infatti, diversi analisti sono convinti che con la vittoria di Sinn Fèin si accelererà sempre di più il processo di riunificazione del paese.

Irlanda del Nord: Sinn Fèin vince le elezioni

In totale l’affluenza alle elezioni è stata del 63,6%, inferiore a quelle del 2017. Il parlamento consta di 90 seggi e sottostà allo statuto del Regno Unito che lo considera assolutamente indipendente rispetto all’omologo britannico. Vincendo le elezioni Sinn Fèin nominerà nei prossimi giorni il primo ministri, uno dei due che ricordiamo governeranno il paese: in Irlanda del Nord dal 1998 esistono infatti due primi ministri, rappresentanti della fazione nazionalista (come appunto i sostenitori di Sinn Fèin) e unionista (vincente nelle ultime elezioni).

- Advertisement -

La vittoria è inoltre storica anche perché per la prima volta dal lontano 1921 il primo ministro non è di estrazione unionista, bensì nazionalista. Infatti, il DUP (Democratic Unionist Party), il partito che sostiene la non unificazione con la vicina Irlanda e la permanenza nel Regno Unito.