Isis, si temono attacchi spettacolari in Gran Bretagna

Isis

L’Isis sta preparando “attacchi enormi e spettacolari in Gran Bretagna e in altri paesi per colpire lo stile di vita occidentale ”, questo l’allarme lanciato da Mark Rowley, responsabile dell’anti-terrorismo di Scotland Yard, secondo il quale per il gruppo terroristico gli attentati di grandi dimensioni sono il principale punto di forza nella sua strategia contro i paesi occidentali. Per questo ha chiesto alle forze di polizia di tutto il mondo di innalzare immediatamente il livello di attenzione.

Durante una conferenza urgente davanti ai media locali e internazionali a Londra, Mark Rowley ha sottolineato il considerevole aumento degli arresti di persone sospettate di aver partecipato ad attività terroristiche: nell’ultimo triennio è stato registrato un aumento del 57% rispetto ai tre anni precedenti e, solo nel corso del 2015, in Gran Bretagna 339 persone sono state arrestate per legami con il terrorismo.

Loading...

L’allerta terrorismo continua ad essere al secondo livello più alto, “rischio severo”, anche se il responsabile di Scotland Yard assicura che le unità anti terroristiche hanno ricevuto istruzioni per raddoppiare la vigilanza. Rowley non ha specificato che tipo di “attacchi” Scotland Yard sia riuscito a sventare nell’ultimo anno, ma ha affermato che gli attentati di Parigi del novembre scorso che hanno causato la morte di 137 persone sono la dimostrazione del “passo di qualità” compiuto dallo Stato Islamico nella sua strategia contro l’occidente.

Fino a poco tempo fa, l’obiettivo principale dell’Isis nel Regno Unito sono state le forze di Polizia, i militari e i simboli dello Stato“, ha detto il capo della sezione anti terrorismo di Scotland Yard. “Il suo scopo ora va ben al di là di quanto visto finora, le loro ambizioni sono enormi e pianificano attacchi spettacolari che minacciano il nostro modo di vivere.” La dottrina della paura che crea allarmismo e semina ansia tra la popolazione o una seria e imminente minaccia dell’Isis contro la cultura occidentale?