Israele si ritira dall’ospedale al-Shifa: decine di morti, parti dell’edificio completamente distrutte

"Decine di corpi recuperati dentro e intorno al complesso medico Al-Shifa": Israele si ritira dall'Ospedale di Gaza. Oms: 21 morti tra pazienti e medici dal 18 marzo

Le forze armate israeliane hanno comunicato in via ufficiale che le loro truppe, compresi i carri armati da loro usati, hanno abbandonato quel che rimane dell’Ospedale al-Shifa di Gaza City, città più importante del nord della Striscia di Gaza e diventata cruciale nella prima fase dello scontro tra Hamas e l’Idf. Un assedio durato quattordici giorni e che secondo i testimoni ha lasciato gran parte dell’infrastruttura distrutta. Del ritiro ne ha parlato direttamente il Ministero della salute della Striscia che ha confermato che “decine di morti lasciati nel nosocomio”. Altre fonti, come la protezione civile di Gaza che sono già entrate nella struttura, hanno parlato di “parti di edificio carbonizzate o distrutte” con “corpi di morti e feriti rimasti sia dentro che fuori l’ospedale”. Un testimone oculare dell’agenzia Afp ha riferito di aver visto carri armati e altri mezzi militari israeliani uscire dall’ospedale in cui erano entrati il 18 marzo, a distanza di quattro mesi circa dal primo assedio datato 15 novembre.

La notizia del ritiro dell’esercito israeliano dalla struttura assediata è stato confermata anche dal portavoce dell’esercito stesso. Che tuttavia minimizza i danni collaterali dell’assedio contro la struttura, parlando del fatto che l’esercito ha portato avanti “un’attività operativa precisa nell’area”. Ha anche aggiunto di aver ucciso “terroristi in incontri ravvicinati”, dopo averne constatato la presenza tramite il ritrovamento di documenti. In totale sarebbero circa 200 i militanti di Hamas uccisi. Visione totalmente differente rispetto a quella di diversi testimoni secondo cui i soldati israeliani hanno colpito obiettivi come pazienti e medici senza motivo alcuno, sia all’interno che all’esterno di al-Shifa. Secondo Israele strutture civili come i nosocomi di Gaza sono usati da Hamas come base operativa. Finora non esistono fonti terze a conferma di tale asserzione.

- Advertisement -

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, assieme ad altre organizzazioni internazionali operative nella zona, ha parlato invece di almeno “21 morti” da quando Israele ha accerchiato e poi colpito l’ospedale. Ad oggi invece sono 107 i pazienti rimasti nel complesso medico.