La morte di Halyna Hutchins: “La tenevo tra le braccia mentre stava morendo. Il suo sangue era sulle mie mani”

"La vostra negligenza ha ucciso un essere umano. Halyna mi è morta tra le braccia". La rabbia di un elettricista del set

Uno scatto di Halyna Hutchins prima di essere uccisa sul set del film Rust è stato condiviso sui social media da un collega.

Giovedì, Alec Baldwin ha accidentalmente scaricato una pistola di scena sulla direttrice alla fotografia e sul regista. La prima è morta sul colpo, il secondo è stato ricoverato in ospedale ma non è in condizioni critiche.

- Advertisement -

Serge Svetnoy, che ha lavorato come elettricista sul set del film, ha pubblicato sul suo account Facebook uno scatto di Halyna sul set.

“Questa è l’ ultima foto con Halyna sul set”, ha scritto Svetnoy come didascalia.

- Advertisement -

Hutchins è vista in piedi di spalle alla persona che ha scattato la foto mentre indossa un berretto e un auricolare.

Diversi membri della troupe circondano Baldwin e Hutchins mentre l’operatore sembra essere in attesa di una ripresa.

- Advertisement -

Non è noto quanto tempo dopo che la foto è stata scattata si è verificata la sparatoria con la pistola di scena.

Il racconto struggente di Svetnoy

Svetnoy è tornato su Facebook domenica per rivelare che la Hutchins si è spenta tra le sue braccia dopo che è stata colpita.

“Sì, ero in piedi spalla a spalla con Halyna durante il colpo fatale che le ha tolto la vita e ferito il regista Joel Souza”, ha scritto. “La tenevo tra le braccia mentre stava morendo. Il suo sangue era sulle mie mani”, racconta l’uomo.

“La negligenza della persona che avrebbe dovuto controllare l’arma ha causato tutto questo; la persona che avrebbe dovuto dire che la pistola era caricata; la persona che avrebbe dovuto controllare quest’arma prima di portarla sul set e che non l’ha fatto”. “Voi avete provocato la morte di un essere umano!”

“Facciamo un lavoro affascinante e straordinario, ma anche pericoloso”, ha continuato più avanti nel post. “Filmiamo in montagna, in acque libere, sott’acqua. Affrontiamo esplosioni, sparatorie, incidenti automobilistici, elettricità e molto altro ancora”.

Rivolgendo la sua attenzione ai registi, Svetnoy ha continuato: “Per risparmiare un centesimo a volte, assumi persone che non sono pienamente qualificate per il lavoro complicato e pericoloso, e rischi la vita delle persone che ti sono vicine e anche la tua vita”

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.