La piccola Noemi ricomincia a vivere dopo l’incidente con la Camorra

Noemi si tra riprendendo lentamente da quel tragico evento che le ha segnato la vita

la piccola Noemi si sta riprendendo dopo il colpo di pistola
Noemi si sta riprendendo dopo il proiettile della camorra

La piccola Noemi dopo quasi quattro mesi da quell’orribile 3 Maggio scorso si è completamente rimessa. Per settimane la bambina è stata al centro dell’attenzione mediatica a causa del tragico evento che l’ha vista protagonista.  Il 3 Maggio scorso infatti La piccola di soli quattro anni è stata colpita da un proiettile esploso da un membro della camorra, il proiettile le ha forato un polmone e le vertebre.

Il tutto si è verificato in una zona centrale di Napoli, Piazza Nazionale, sotto agli occhi di tutti,  Davanti ad bar conosciuto alle 17 di pomeriggio. Per un mese Intero tutta l’Italia ha sperato che la bambina vincesse la sua lotta contro la morte. Dopo un lungo periodo di permanenza in ospedale la piccola ha preso in mano la propria vita, così raconta alle telecamere Tania Esposito, la madre di Noemi, “ma dopo l’accaduto la nostra vita non sarà più la stessa. “

Il lungo periodo di convalescenza di Noemi

Ormai la fase più pericolosa per la vita di Noemi è alle spalle, la piccola è uscita dal coma ed ha vinto la sua battaglia. Dopo alcune settimane è stata rimessa dall’ospedale Santobono ed ha iniziato le terapie a casa. Questa è una fase abbastanza critica, racconta la madre, la piccola è tenuta ad indossare un busto speciale che l’aiuta  a respirare correttamente.

Sarà destinata ad indossarlo per anni, finché non sarà completante guarita. Si può solo immaginare, specialmente con questo caldo, il disagio di indossare tutto il giorno questo corpetto stretto. La bambina è forte, ormai ha ripreso la propria vita quotidiana ma è profondamente traumatizzata dall’evento che ha subito. Appena sente un rumore forte, improvviso, scoppia in lacrime e trema completamente. Le ferite sul proprio corpo sono guarite ma quelle riportate alla psiche forse non guariranno mai. 

La piccola Noemi non meritava tutto ciò, è una bambina la cui vita sarà segnata per sempre  da un evento che non la riguardava,da un colpo esploso da un servo della camorra. Non ci resta che augurare il meglio alla piccola e di finire in fretta questa difficile convalescenza. 

Leggi anche: Cilento: evasione fiscale per oltre un milione di euro

 

Potrebbero interessarti anche