Le 7 cose da sapere sulle macchine elettriche rivelate da Hyundai Kona Electric

La Hyundai sfata le false leggende sulle macchine elettriche e sottolinea il loro enorme potenziale


Quando si parla di autoveicoli elettrici si pensa sempre ad una macchina moderna e dall’aspetto futuristico, tuttavia non è proprio così. Non tutti sanno infatti che le automobili elettriche esistono da svariati decenni anzi, quasi 100 anni fa esistevano macchine elettriche in giro per New York. L’auto elettrica a batteria (BEV) fu una tra i primi tipi di automobile ad essere inventata, e venduta negli anni 1832 ed il 1839 questo sembra irreale ma a confermarlo è proprio la Hyundai che si impegna a smentire quelli che sono i miti più famosi sulle auto elettriche. 

Le auto elettriche possono essere utilizzate solo nei centri urbani

Questa affermazione poteva essere vera qualche anno fa, quando le macchine elettriche non avevano una discreta autonomia. Tuttavia oggi un’affermazione del genere è assolutamente fuori luogo. La Hyundai Kona Electric infatti riesce a percorrere ben 484 Km con una singola ricarica. Tralasciando la questione inerenti ai costi di viaggio, percorrere quasi 500 km con un pieno non è sicuramente un tragitto “breve”. 

- Advertisement -

Le auto elettriche costano troppo 

Questo mito che si è creato sulle macchine elettriche ha un fondo di verità, è vero infatti che tale tipologia di autoveicoli costano leggermente in più rispetto ad una macchina a diesel o benzina. In questi anni però queste macchine stanno diventano letteralmente meno care grazie allo sviluppo di nuove tecnologie che permette alle case produttrici di produrre pezzi a costi inferiori. Inoltre c’è da considerare che le stesse sono molto più economiche da gestire, è palese infatti che l’elettricità costa molto meno del carburante. 

Non ci sono posti dove caricare la macchina elettrica 

Questo non è esattamente vero, negli anni infatti le postazioni di rincara per le macchine elettriche sono comparse in giro per il mondo. Nel 2019 infatti sono state calcolate circa 165.000 stazioni pubbliche di ricarica per autoveicoli elettrici presenti in tutta Europa. Inoltre è doveroso sottolineare che con gli attrezzi adeguati è possibile fare il pieno comodamente da casa in sole 5 ore

- Advertisement -

Le macchine elettriche non possono essere ricaricate quando piove

Anche questo è un vecchio mito legato alle prime versioni di macchine elettriche. Le versioni più moderne infatti sono progettate per essere funzionanti (e ricaricate) in tutte le circostanze atmosferiche. Inoltre tutte le stazioni di servizio sono dotate di tutti gli strumenti di prevenzione in tal senso. 

I modelli EV sono tutti identici 

Anche questo è un falso mito, sul mercato infatti esistono diverse tipologie di Ev, utilitarie, sportive ecc. Anzi è possibile affermare che oggi esiste una macchina elettrica per ogni esigenza. La Hyundai Kona Electric ad esempio è un suv prestante e al tempo stesso indicato per chi possiede una famiglia numerosa. 

- Advertisement -

Le macchine elettriche sono noiose da guidare 

Fino a qualche tempo fa questo era sicuramene vero, oggi però non è proprio così. Le nuove batterie agli ioni di litio infatti garantiscono prestazioni davvero notevoli. Esistono infatti auto elettriche non sportive, come ad esempio la Hyundai Kona Electric capaci di passare da 0 a 100 in meno di 8 secondi

Le auto elettriche non sono belle esteticamente 

Ovviamente la bellezza è un giudizio soggettivo e non è possibile affermare aprioristicamente che tutte le macchine elettriche sono o saranno belle. Tantomeno non è possibile dire il contrario. Una cosa è certa però, normalmente questi veicoli possiedono linee e forme all’avanguardia che le contraddistinguono in mezzo al traffico

Leggi anche: Le 5 auto elettriche del 2020