Nepal: professori assenteisti per il Viagra himalayano

yartsa_gunbu_2

Può sembrare una barzelletta, quasi una storiella fuori dal mondo raccontata per rubare un sorriso, mentre in realtà è tutto vero, nel Nepal i professori si assentono per settimane impegnati nella raccolta della yarsagumba, l’equivalente della nostra pillola blu.

Conosciuto da tutti come il Viagra himalayano dalle caratteristiche afrodisiache, il cui costo supera quello dell’oro, è un fungo raro che cresce sulle larve mummificate delle farfalle, raccolto nel mese di maggio e poi venduto nei mesi successivi. Un appuntamento imperdibile per molti insegnanti uomini avanti con l’età e con pochi soldi per sfamare la famiglia.

Loading...

Nelle settimane di vacanze forzate, col tacito accordo degli ispettori e della polizia locale, gli alunni accompagnano i loro professori sulle montagne alla ricerca di questo fungo dalle storielle erotiche, solo a fine stagione della yarsa si ritorna in classe per adempiere alle ultime fatiche dell’anno scolastico.

Per i professori del Nepal è solo un modo per coprire la paga che non è mai abbastanza, perché sfortunatamente per loro non hanno gli stessi diritti economici di quelli europei.

Antonio Agosta

Potrebbero interessarti anche