Nord Stream, Naryshkin: “Continuamo a raccogliere informazioni sull’incidente”

Il direttore del servizio di intelligence estero russo ha parlato di "tracce occidentali" sull'incidene del Nord Stream

Il direttore del servizio di intelligence estero russo Sergey Naryshkin ha affermato che la Russia continua a raccogliere dati riguardanti il ​​sabotaggio contro il Nord Stream, affermando che ci sia una chiara “traccia occidentale”.

Ha rilasciato una serie di dichiarazioni in un’intervista al programma del canale televisivo Rossiya-1:

- Advertisement -

Continuiamo a raccogliere informazioni sul campo. Ma sia i dati che sono stati pubblicati in precedenza che i dati che non sono ancora di dominio pubblico, ovviamente indicano una traccia occidentale“, ha detto Naryshkin, rispondendo alle domande del giornalista Pavel Zarubin.

Martedì, la società che gestisce i gasdotti, Nord Stream AG, ha riferito che tre tubature dei gasdotti offshore Nord Stream 1 e 2 avevano subito danni senza precedenti il ​​26 settembre. I sismologi svedesi hanno successivamente riferito che due esplosioni erano state registrate lungo i gasdotti Nord Stream. L’Agenzia danese per l’energia ha detto invece che una grande quantità di gas si è riversata in mare. Agli aerei e alle navi è vietato avvicinarsi al sito a meno di cinque miglia nautiche.

- Advertisement -

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha descritto gli incidenti come un sabotaggio, affermando che qualsiasi interruzione deliberata delle infrastrutture energetiche europee è inaccettabile e dovrebbe avere una risposta rapida.