Olio di semi venduto come extravergine: migliaia di bottiglie alterate

Attenzione all'olio alterato

Il colore intenso, come quello naturale. Il prezzo mediamente più alto di quello dei prodotti comuni. E soprattutto l’etichetta che lo garantiva come olio extravergine di oliva, anche se, in realtà, si trattava di olio di semi di soia e di girasole addizionato con clorofilla e betacarotene.

Così veniva alterato l’olio di oliva per essere messo sul mercato e venduto ad ignari ristoratori che lo compravano credendolo un olio di qualità altissima e di prima spremitura. In Italia e in tutta Europa questo olio di semi di infima qualità veniva esportato permettendo un grande guadagno con poca spesa agli approfittatori disonesti.

La truffa

E’ stata sgominata la maxi-truffa sull’olio, ma non è stato facile, ci è voluto tanto tempo e ci sono volute intercettazioni e indagini approfondite per mettere con le spalle al muro i responsabili.

Alterare l’olio è un reato grave, ne va della salute dei consumatori, per questo bisogna leggere molto attentamente le etichette. La truffa, come detto, assicurava consistenti margini di guadagno: l’olio ai suoi sofisticatori costava 1,20 euro al litro, ma veniva venduto sul mercato a prezzi che variavano da 5 a 10 euro al litro. Importante anche il giro d’affari. Sono stati sequestrati anche due immobili, un’azienda olearia, mezzi di autotrasporto, tra i quali sei autotreni, nonché oltre 150mila litri di olio sofisticato per un valore commerciale pari a un milione e 200mila euro.

Come non cadere in trappola

Un esperto può aiutarci a non finire in trappola con pochi e semplici consigli. Innanzitutto «Guardare al brand può essere utile: un marchio controllato permette di stare tranquilli anche sul prodotto. Un ottimo indicatore è il prezzo. Un olio di buona qualità non costa mai meno di 14 euro al litro. Non bisogna scendere a compromessi sul costo». Quindi state alla larga dalle offerte troppo vantaggiose, di solito si tratta di olio di infima qualità.

E ancora «L’olio di buona qualità si sente, si accompagna a un lieve pizzicore. Se non pizzica e non si sente non è extravergine. E attenzione: comprare un olio falsificato può far male alla salute». Ricordate che è sempre meglio spendere qualcosa in più che in meno, in fondo la salute è una sola e dobbiamo preservarla il più possibile.

Avatar
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche