Pakistan, aumentano le tensioni lungo il confine con l’Afghanistan

Sette militari pakistani sono stati uccisi lungo il confine con l'Afghanistan

Nel distretto nordoccidentale del Waziristan, regione del Pakistan che confina con l‘Afghanistan, giovedì un convoglio militare pakistano è stati attirato in un’imboscata per poi essere stato colpito a colpi di fuoco. Si contano, secondo stime dei militari pakistani, sette morti e diversi feriti.

Secondo un comunicato dello scorso giovedì diffuso il giorno seguente i fatti, i soldati afghani avrebbero aperto il fuoco come ritorsione contro milizie considerate nemiche. L’imboscata ha creato grande scompiglio e come risultato ha portato all’uccisione di diversi membri delle truppe poste al confine.

- Advertisement -

L’evento inoltre non è una novità. Già lo scorso 14 aprile nella parte afghana di Chitral per più di cinque ore 35 proiettili sono sparati contro i militari posizionati lungo il confine.

Pakistan Afghanistan: il nuovo pm Sharif detta la linea

La rappresaglia arriva a pochi giorni di distanza dall’elezione del nuovo primo ministro Shehbaz Sharif, che ha preso il posto di Imra Khan. Sharif ha fatto sapere che combatterà in tutti i modi quelle forze che lui considera terroriste, ricordando che Islamabad è impegnata da anni in questa missione.

- Advertisement -

In seguito ai fatti si è mosso anche il corpo diplomatico dei due paesi. Con il ministro degli esteri del Pakistan che ha chiamato all’ordine l’incaricato del governo talebano. Il Mofa ha consigliato un approccio molto più deciso nei confronti dell’esercito per evitare eventi di questo tipo.