Samantha Cristoforetti rimanda il ritorno dallo spazio

024055682-d0e9581d-1b43-4213-ac66-4145ae48e974

A causa del mancato lancio del Cargo russo Progress M- 27 M, disintegratosi sull’Oceano Pacifico rientrando nell’atmosfera terrestre alle 4.04 ora italiana, sono stati rinviati i festeggiamenti del rientro per accogliere AstroSam, Samantha Cristoforetti, prima donna astronauta italiana, impegnata nella missione Asti nella Stazione Internazionale Spaziale, partita dalla Terra il 23 novembre 2014, con rientro il 14 maggio prossimo.

La missione spaziale è slittata di un altro mese, con la gioia di Samantha, felice di rimanere altri 30 giorni nello spazio, anche se al momento non si conosce la data precisa del rientro.

Loading...

Il Cargo era di forma cilindrica della lunghezza di 7 metri e dal peso di 7 tonnellate, il cui scopo era di rifornire la missione Soyuz Tma-15M, con  tre tonnellate fra viveri, rifornimenti e materiali per gli esperimenti scientifici, operativa nella Stazione Spaziale prima del suo riorno sulla Terra.

La notizia è stata diffusa dall’agenzia russa Interfax, nella cui nota si legge del posticipo sulla Terra con atterraggio a Kazakhstan.

L’unica incertezza, dello strano episodio mai accaduto prima, sono stati la destinazione dei detriti spaziali sopravvissuti all’impatto nell’atmosfera. Da subito si sono esclusi rischi per l’Italia, il Nord America e l’Europa, mentre per alcuni Paesi Sudamericani, asiatici e africani, i rischi erano alti fino alla fine.

Samantha, l’astronauta italiana, è dispiaciuta di ritornare a casa. Con il suo viaggio nello spazio ha realizzato un sogno che nutriva sin da quando era una bambina.  

Potrebbero interessarti anche