Sea Watch, Rackete “ho fiducia nella giurisdizione italiana”

La comandante é fiduciosa della giustizia italiana

Sea Watch

Mercoledì, il comandante della Sea Watch 3, Carola Rackete ha forzato il blocco navale diretta verso Lampedusa. La donna ha annunciato di essere “sicura che la giurisdizione italiana comprenderà la situazione e aprirà un’inchiesta ma non ci sarà alcuna condanna”.

“i migranti hanno necessità di scendere dalla nave. Questa è la necessità primaria, quello che succederà dopo si vedrà. Io ho fiducia nella giurisdizione italiana”. Queste le parole di Carola.

Iweblab