Seggiolino antiabbandono: in vigore da oggi, rischi e multe

Come preannunciato, è scattato l'obbligo del seggiolino anti abbandono. Cosa prevede il codice della strada a riguardo?

Da oggi, 7 novembre 2019, scatta l’obbligo del seggiolino antiabbandono nelle auto, per chi non si adegua a ciò che impone la legge è previsto il decurtamento dei punti dalla patente nonché il pagamento di multe. L’obbligo era già stato preannunciato un mese fa, ed attualmente è in vigore, come annunciato dal ministero dei Trasporti.

I genitori o gli accompagnatori dei bambini al di sotto dei 4 anni devono montare nelle proprie auto obbligatoriamente i seggiolini tecnologici dotati di dispositivo di allarme. Per adeguare la propria vettura, però, ci sarà tempo fino al 6 marzo 2020. Il regolamento attuativo dell’articolo 172 del codice della strada è stato infatti pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 23 ottobre e sono necessari 120 giorni per rendere effettivo tale obbligo.

 Cosa si rischia non avendo il seggiolino antiabbandono?

Come già detto, per chi non adempie a questo obbligo ci sono delle sanzioni,le stesse che si applicano in caso il bambino viaggi in maniera non adeguata (fuori dall’apposito seggiolino) o in assenza di cinture di sicurezza. Tali sanzioni scatteranno dal momento in cui l’obbligo verrà reso effettivo, quindi dal 2020.

La legge prevede il pagamento di una multache varia da 81€ (se pagata entro cinque giorni l’ammontare scende a 56,70€) fino a 326€. Inoltre è previsto il decurtamentodi 5 punti della patente. In caso di due sanzioni nel giro di due anni, c’è anche la possibilità di sospensione della patente, dai 15 giorni ai 2 mesi.

  Bonus di 30 euro per chi acquista il seggiolino

Nel Decreto Fiscale 2020, è previsto un contributo per le famiglie tenute ad acquistare i nuovi seggiolini auto. Tuttavia, le risorse destinate a questa manovra sono scarse (15,1 milione per l’anno 2019 e 1 milione per l’anno 2020) per cui l’ammontare previsto è di 30 euroa famiglia. Un importo esiguo se si considera che questo tipo di seggiolino arriverà a costare fino a 500 euro.

Per il momento non è dato sapere come verrà erogata questa agevolazione, se sotto forma di detrazione fiscale o in un’altra maniera. Bisognerà attendere un decreto attuativo che indicherà le modalità di approvvigionamento.