SOS cellulite: ci pensa la crioterapia

Lindsay-Lohan-crioterapia_image_ini_620x465_downonly

Oggi, noi di generazioneweb.net, vogliamo parlarvi della crioterapia, una cura con il freddo dalle origini antiche riportata in vita grazie al frequente ricorso che ne fanno le star della moda, del cinema e dello sport come Lindsay LohanJessica Stam Cristiano Ronaldo. Se quest’ultimo ricorre alla crioterapia per i suoi effetti analgesici e antinfiammatori, riducendo, in questo modo, il tempo di recupero e il dolore in caso di infortunio o semplicemente per rilassare la muscolatura al termine di un allenamento, Lindsay e Jessica prenotano le loro sedute per attenuare la cellulite e snellire la silhouette.

Tutti noi abbiamo utilizzato e tutt’ora utilizziamo del ghiaccio in seguito a contusioni muscolari. Questo perché il freddo, o meglio, il ghiaccio, a contatto con la pelle, impedisce la trasmissione degli impulsi nervosi agendo da analgesico. Al contrario, in pochi abbiamo utilizzato del ghiaccio per contrastare la cellulite e per perdere qualche centimetro di troppo. Il freddo, infatti, aumenta l’assorbimento dei grassi e la produzione cellulare. Ma come funziona la crioterapia?

Loading...

E’ una prova di coraggio: si resta chiusi per una durata massima di 180 secondi in un cilindro metallico o in quella che potremmo definire una cella frigorifera all’interno della quale viene vaporizzato azoto liquido, un gas che evapora quando raggiunge temperature comprese tra i -120 e i -170 gradi celsius. Durante l’immersione, mani, naso, orecchie, bocca e piedi devono obbligatoriamente e necessariamente essere protetti da apposite mascherine. I benefici di questo trattamento, però, scattano dal momento in cui, una volta terminata l’immersione, si fa dell’attività cardiovascolare (cyclette, tapis roulant, step e simili): il flusso sanguigno che durante la terapia si è ritirato dalle estremità per concentrarsi nel cuore, ritorna alla normalità e, in questo brusco passaggio, si bruciano grassi (ben 800 calorie), si produce energia e si rilasciano gli ormoni del buon umore. I benefici della terapia, comunque, sono molteplici. Oltre i sopracitati, la cura con il freddo contribuisce a disintossicare l’organismo, a rinvigorire la circolazione sanguigna e a tonificare la pelle.

La crioterapia non è esercitata solo nei centri specializzati, è possibile simularla anche a casa con benefici altrettanto positivi ma con tempi d’azione più lunghi. Il procedimento è piuttosto semplice: si prepara la pelle al trattamento applicando dapprima un fango per purificarla ed esfoliarla, dopodiché si avvolgono i cubetti, sacchetti o borse di ghiaccio in un tessuto molto sottile e lo si applica per qualche minuto sulla zona da snellire e/o tonificare. Il trattamento non è efficace se non accompagnato da una dieta e da attività fisica. Ricorrere alla crioterapia per poi mangiare cibo-spazzatura tutti i giorni e praticare uno stile di vita sedentario è solo una perdita di tempo e, soprattutto, di soldi se ci si rivolge a centri specializzati. Infatti la terapia prevede una quantità minima di 10 sedute per un costo che oscilla tra i 20 e i 40 euro a seduta.

La crioterapia è consigliata non solo a chi vuole perdere peso e sentirsi in forma, ma anche a tutte le donne più adulte che desiderano seno, glutei e addome più sodi, per chi, dopo aver perso molti chili, vuole trovar rimedio alla pelle flaccida e alle donne che hanno da poco portato a termine una gravidanza visto che è una pratica che non ha controindicazioni.

 

 

Potrebbero interessarti anche