Stati Uniti, nave cargo urta contro ponte a Baltimora, crolla il Francis Scott Key Bridge

Nave battente bandiera di Singapore urta contro il ponte di Baltimora: ci sarebbero diversi dispersi, non ancora chiaro numero vittime

Nella notte tra lunedì e martedì una nave cargo battente bandiera Singapore, denominata ‘Dali’, ha urtato contro il ponte principale di Baltimora, la più grande città dello Stato americano del Maryland. Per il momento, da quanto si apprende dalle autorità intervenute nel luogo dell’incidente a seguito del drammatico crollo, risulterebbero almeno 20 persone precipitate in acqua, 7 invece sarebbero i mezzi finiti nel fiume Patapsco, mentre la società che gestisce il ponte ha fatto sapere che tutti i membri della nave, compreso il pilota, sono stati rintracciati.

Il Francis Scott Key di Baltimora, inaugurato nel 1977 e facente parte dell’Interstate 695, è crollato all’1.30 del mattino (le 6.30 in Italia). Non è chiara al momento la dinamica dell’impatto della nave né quante persone fossero presenti sulla campata al momento del crollo. A breve sarà aperta un’inchiesta da parte dei Vigili del fuoco per capire meglio cosa sia accaduto, anche perché le conseguenze dell’incidente, tra cui grandi chiazze di diesel presenti sulla superficie del fiume, appaiono già evidenti.

- Advertisement -

I proprietari della nave cargo hanno comunicato via email che l’imbarcazione aveva colpito uno dei pilastri del Francis Scott Key Bridge intorno all’1:30 del mattino e che al momento non si conoscono gli effettivi motivi del crollo. Nella dichiarazione della società si legge che i proprietari della nave stanno collaborando con le autorità di Baltimora in attesa di capire meglio quanto accaduto. Stando a quanto si apprende dai media, la nave era diretta al porto di Colombo, Sri Lanka, mentre da un video circolato in rete si vede una nave di grosso calibro colpire un pilone del ponte e affondare.