Ultim’ora Julen : siamo a metà strada

I minatori lavorano senza sosta con picconi, asce e martelli pneumatici da ieri pomeriggio. Questa mattina, dopo 13 ore, lo scavo ha raggiunto gli 1,5 metri dei 3,8 previsti.

I minatori hanno raggiunto i due metri: sono a metà strada. in foto: Credit: @gomezdcelis

I minatori lavorano senza sosta per Julen

I minatori lavorano senza sosta con picconi, asce e martelli pneumatici da ieri pomeriggio. Questa mattina, dopo 13 ore, lo scavo ha raggiunto gli 1,5 metri dei 3,8 previsti.

La squadra dei minatori de Hunosa, arriva a metà strada. Ancora altri 2 metri e raggiungeranno Julen. Tra poco potranno utilizzare una “sonda telecamera” che mostrerà loro il punto esatto dove è il piccolo.

Questa notte, la durezza del terreno li ha costretti ad utilizzare delle esplosioni controllate per proseguire, mentre questa mattina, dopo aver ripreso lo scavo, i minatori hanno trovato un blocco di quarzite sulla loro strada.

L’ex direttore della Brigata dei minatori, Santiago Suárez, dice che il collegamento della galleria con il luogo in cui si trova Julen  “sarà critico” . Per Suarez la durezza del terreno è positiva perché evita frane, ma  rallenta l’avanzata al pozzo.

di Monica Ellini

 

Monica Ellini
Scrivo articoli in diversi settori di notizie: cronaca, scienza,salute, ambiente, spazio e cosmo, storia, viaggi, arte e archeologia. Eclettica e dedita alla ricerca, lavoro per obbiettivi in modo determinato e organizzato. Esperta di comunicazione e pubbliche relazioni, cerco di trasmettere attraverso lo scritto, concetti chiave e significati. Adotto un informazione consapevole che interessi diverse fasce di pubblico.