Usa, 19enne spara in diretta Facebook e uccide 4 innocenti

Usa, un ragazzo di 19 anni, Ezekiel Kelly, ha sparato a diverse persone in diretta Facebook uccidendone 4: è accaduto a Memphis.

Un ragazzo afroamericano di 19 anni, Ezekiel Kelly, avrebbe sparato a diverse persone durante una diretta Facebook, uccidendone quattro. Altre tre invece sono rimaste ferite. Il giovane è stato infine catturato dalla polizia. È accaduto a Memphis nello stato del Tennessee (Usa). Le forze dell’ordine sembrano non avere dubbi nel considerare Kelly l’autore dell’attacco. Il giovane avrebbe filmato almeno una sparatoria in diretta.

Usa, sparatoria in diretta Facebook: le ipotesi dello sceriffo Buckner

Come informa Tgcom24, Ezekiel Kelly avrebbe scelto a caso le sue vittime. Secondo le ipotesi dello sceriffo della contea, Anthony Buckner, gli attacchi sarebbero stati scatenati da un litigio causato per una questione di scommesse. La polizia ha provveduto a diffondere un’immagine di Kelly raccomandando ai cittadini di rimanere al riparo. Nel corso della prima sparatoria avvenuta accanto a una pompa di benzina, è rimasta ferita una donna.

- Advertisement -

Il killer è scappato via

Un video di breve durata postato su Facebook e condiviso in seguito su Twitter mostrava un uomo che scriveva: “È tutto vero”. In seguito si vedeva l’individuo aprire la porta di un negozio al dettaglio sparando due volte al primo malcapitato che si era posto sulla sua strada. Da quel momento le forze dell’ordine si sono prodigate a dare la caccia al soggetto. L’arresto di Ezekiel Kelly è stato infine annunciato su Twitter.

Le urla deliranti di Kelly

Nel filmato di una delle sparatorie, si sente Ezekiel Kelly urlare: “Arrivo e lo faccio a modo mio, e con la telecamera. Cosa ha detto questo negro? Lo faccio davvero, davvero, sentite me, questo è sul serio. Lo giuro su mia madre, pensate che io stia scherzando? Adesso vi faccio vedere questa cosa sta per succedere veramente”. In seguito il giovane punta la pistola a un altro uomo in un supermercato sparandogli.

- Advertisement -

L’arresto del 19enne

Come riferito dalla portavoce della polizia di Memphis, Karen Rudolph, l’arresto di Ezekiel Kelly è avvenuto presso il quartiere di Whitehaven due ore dopo la notizia della fuga dell’uomo. Mentre scappava, il giovane ha rubato un’auto presso una stazione di servizio. Pare che Kelly non sia estraneo alla giustizia: nel febbraio 2020 venne infatti accusato di tentato omicidio di primo grado. In quell’occasione il giudice lo condannò a tre anni di reclusione.