Zaporozhye, alcune imbarcazioni sono dirette verso la centrale: si temono scontri

Lo ha detto un funzionario dell'amministrazione della città

Quindici motoscafi si stanno muovendo verso la città di Energodar, sono presumilmente partiti dal territorio controllato da Kiev, ha dichiarato all’agenzia di stampa TASS un funzionario della regione di Zaporozhye.

Circa 40 barche stanno attualmente attraversando il fiume Dnepr. Almeno 15 di quei motoscafi presentano un gran numero di persone armate a bordo. Si stanno tutti dirigendo verso Energodar“, ha affermato Vladimir Rogov, membro del consiglio principale dell’amministrazione militare-civile della regione di Zaporozhye . “Non abbiamo assistito ad attività fluviali di tale portata durante l’intero periodo dell’operazione militare speciale“.

- Advertisement -

Secondo il funzionario, le imbarcazioni sono partite intorno alla mezzanotte dai territori controllati da Kiev su entrambe le sponde del fiume Dnepr.

Nell’ora di mezzanotte abbiamo iniziato a vedere cose strane sul fiume Dnepr“, ha detto Rogov. “Non ho idea di cosa si tratti, ma quelle persone hanno sicuramente un obiettivo preciso da portare a termine“.

- Advertisement -

Mentre la città di Energodar, che ospita la più grande centrale nucleare d’Europa, si preparava ad accogliere una missione ONU dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA), due gruppi di sabotaggio ucraini, formati da circa 60 persone, avrebbero tentato di attraversare il bacino idrico di Kakhovk, in modo da avvicinarsi al territorio della centrale nucleare di Zaporozhye