Botox: é pericoloso quando usato per fini estetici?

Come funzionano le cure estetiche a base di botox? sono pericolose per la salute?

Botox é pericoloso

Cos’è il botox?

Botox è un farmaco iniettabile a base di tossina botulinica di tipo A. Questa tossina è prodotta dal batterio Clostridium botulinum.

Anche se questa è la stessa tossina che provoca botulismo, una forma pericolosa di avvelenamento alimentare, i suoi effetti variano a seconda della quantità e del tipo di esposizione.

Ad esempio, il Botox viene iniettato solo in piccole dosi mirate, tendenzialmente per scopi estetici.

Quando iniettato, il Botox inibisce i segnali di passaggio dai nervi ai muscoli. Questo impedisce ai muscoli della zona trattata di contrarsi, condizione che permette un temporaneo miglioramento di rughe e segni dell’età.

Vediamo di seguito quali sono i pericoli legati all’utilizzo cosmetico del botox, e quali sono i suoi effetti.

Il botox è sicuro?

Sebbene la tossina botulinica sia pericolosa per la salute (è infatti da considerarsi un veleno), piccole dosi, come quelle usate nell’applicazione di Botox ad uso cosmetico, sono generalmente considerate sicure.

In realtà, prendendo come campione di analisi gli Stati Uniti d’America, solo 36 casi
sono stati segnalati tra il 1989 e il 2003, al “Food and Drug Administration” (FDA).

Si stima poi, che tra questi 36 casi, ben 13 avessero riscontrato problemi più in relazione a patologie pregresse e ad un alterato quadro clinico di base, piuttosto che legati all’utilizzo del botox stesso.

Tenendo conto di ciò, alcuni ricercatori ipotizzano che le applicazioni cosmetiche possano comportare meno rischi delle iniezioni di Botox a scopo terapeutico , in quanto le dosi sono di solito molto inferiori e localizzate.

In uno studio datato 2005, emerge che gli effetti dannosi (o di pericolo per la salute) si registrano prevalentemente nei casi di utilizzo della tossina a scopo terapeutico e non ad uso cosmetico.

Questo può essere correlato alla condizione di base che ne richiede l’uso, o potrebbe dipendere dall’utilizzo di dosi elevate, tipico dei trattamenti medici.

Tuttavia, il rischio complessivo è minimo (stando agli studi), e il Botox è considerato sicuro nel complesso.

Si dovrebbe sempre andare da un dermatologo certificato o da un chirurgo plastico per le iniezioni di Botox e non affidarsi mai nè al fai te, ne a sedicenti operatori non qualificati.

È più probabile che si verifichino effetti collaterali negativi se le iniezioni non sono preparate secondo gli standard FDA (Food and drug administration) o se sono iniettate da un medico inesperto.

In casi di gravidanza o allattamento, l’utilizzo del Botox, sia a scopo terapeutico che cosmetico è da sospendersi immediatamente.

Come viene utilizzato il prodotto?

Il Botox è tipicamente noto per la sua capacità di ridurre l’aspetto di rughe e piccoli segni legati all’età. Ad esempio, le iniezioni di Botox sono prevalentemente utilizzate per rilassare i muscoli che causano:

  • zampe di gallina, o rughe che appaiono all’angolo esterno degli occhi
  • rughe tra le sopracciglia
  • pieghe della fronte o rughe d’espressione

E’ anche usato (a scopo terapeutico e non estetico) nel trattamento di alcuni problemi muscolari. Questo include:

  • occhio pigro
  • tic agli occhi
  • emicranie croniche
  • spasmi del collo (distonia cervicale)
  • vescica iperattiva
  • sudorazione eccessiva (iperidrosi)
  • alcune condizioni neurologiche, come la paralisi cerebrale (ma su questo punto, le ricerche sono molto discordanti)

Quali sono gli effetti collaterali più comuni?

Anche se le iniezioni di Botox sono considerate relativamente sicure, è possibile che sopraggiungano effetti collaterali minori. Tra questi citiamo:

  • dolore, gonfiore o lividi limitati all’area di iniezione
  • mal di testa
  • febbre
  • brividi

Alcuni effetti indesiderati sono legati all’area di iniezione. Ad esempio, se si ricevono iniezioni nell’area oculare, si potrebbero verificare:

  • Difficoltà a tenere alzate le palpebre
  • sopracciglia irregolari
  • secchezza oculare
  • eccessiva lacrimazione

Iniezioni intorno alla bocca possono causare sorriso non simmetrico o difficoltà a deglutire la salivazione.

La maggior parte degli effetti indesiderati sono di solito temporanei e dovrebbero svanire entro pochi giorni.

Tuttavia, palpebre cadenti, difficoltà a deglutire, e difetti di asimmetria sono tutti causati dagli effetti involontari della tossina sulla contrazione dei muscoli che circondano le aree bersaglio del farmaco.

In casi di questo tipo, questi effetti collaterali possono richiedere diverse settimane per migliorare, e bisogna generalmente aspettare di smaltire naturalmente la tossina.

In rari casi, si possono sviluppare sintomi simili al botulismo. Bisogna in questi casi avere la capacità di riconoscere i sintomi ed affrettarsi a consultare un medico.

I principali segnali di botulismo (particolarmente gravi se presenti dopo un’iniezione a scopo estetico) sono:

  • problemi a parlare
  • difficoltà di deglutizione
  • difficoltà di respirazione
  • problemi di visione
  • perdita di controllo della vescica
  • debolezza generale

Ci sono effetti a lungo termine?

Poiché gli effetti delle iniezioni di Botox sono temporanei, la maggior parte delle persone tende a replicare il trattamento a distanze regolari e per molto tempo.

Tuttavia, la ricerca sull’efficacia e la sicurezza a lungo termine è limitata.

Uno studio del 2015, ha valutato gli effetti in gruppo campione, che aveva ricevuto iniezioni di Botox ogni sei mesi come trattamento medico per patologie legate alla vescica.

La finestra di osservazione della ricerca è stata della durata di 2 anni (tempistica nettamente inferiore alle tempistiche medie di utilizzo del prodotto)

Lo studio ha stabilito che l’incidenza di complicazioni o la pericolosità del trattamento non hanno subito innalzamenti rilevanti dovuti all’utilizzo ripetuto e prolungato, ma sono rimaste molto simili alla soglia di pericolosità legata ad un singolo utilizzo.

Le persone oggetto della ricerca, hanno denotato tutte un miglior recupero e gestione della patologia alla vescica (specialmente nei periodi più vicini alla data dell’iniezione di botox)

Tuttavia, i risultati di un riesame del 2015 suggeriscono che possono comparire effetti avversi dopo la decima o l’undicesima iniezione, aumentando di fatto i fattori di rischio.

Ad esempio, una ricerca condotta su un gruppo di 45 individui, tutti trattati regolarmente con iniezioni di botox (e osservati per 12 anni) ha riscontrato l’insorgenza di complicanze e problemi in 20 soggetti sul totale.

Questi “sides effects” includono:

  • difficoltà di deglutizione
  • palpebra che si abbassa
  • debolezza del collo
  • nausea
  • vomito
  • visione offuscata
  • debolezze generali o marcate
  • difficoltà a masticare
  • raucedine
  • edema
  • complicazione a parlare

Conclusioni

Se per qualsiasi motivo, medico o estetico che sia, state valutando un trattamento a base di Botox, è molto importante rivolgersi sempre a personale medico specializzato.

Anche se spesso risulta molto più economico il trattamento “fai da te” o tramite i centri estetici, il fattore di rischio aumenta esponenzialmente se le cure non vengono eseguite nella maniera e con le dosi corrette.

Ricordate che la tossina dura da tre a sei mesi, e probabilmente dovrete tornare per trattamenti multipli.

Come con qualsiasi procedura, gli effetti collaterali sono possibili, anche se non molto comuni, pertanto non è da considerarsi come un trattamento sicuro al 100% e personalmente se per fini estetici, mi sento di sconsigliarne l’uso.

In aggiunta, se fosse la prima volta che provate un trattamento simile, il consiglio è sempre quello di far verificare ad un medico il possibile insorgere di complicazioni e fargli monitorare, almeno per i primi 5/7 giorni, l’area trattata.

Potrebbero interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here