Carote e abbronzatura: esiste un legame diretto?

Carote e abbronzatura vanno di pari passo? scopriamo le proprietà delle carote e gli effetti che hanno sulla tintarella

PhotoCredit: Pixabay

Con la stagione estiva ci si espone di più al sole e ci si abbronza dando alla pelle quel colore particolare e scuro. Ma non sempre l’abbronzatura resiste e va via molto facilmente, ma come mantenere quindi la tintarella? un aiuto ci viene dalle carote.

Carote per un’abbronzatura perfetta

Le carote contengono un’enzima specifico chiamato beta-carotene che svolge la funzione antiossidante per la cute e che aiuta nel produrre la Vitamina A indispensabile per proteggere la pelle. Proprio il beta-carotene depositandosi sulla pelle da quell’aspetto ambrato e in caso di scottature protegge la pelle.

Le carote aiutano l’abbronzatura ma nel senso che aiutano il corpo ad assorbire maggiormente gli elementi necessari a favorire la tintarella.

Consumare carote cotte o crude?

Si crede che mangiare la carota cruda da maggiori benefici sulla tintarella ma recenti studi hanno dimostrato che in realtà è la cottura delle carote che le rende maggiormente digeribili e assimilabili dall’organismo umano quindi va consumata cotta per favorire l’abbronzatura.

Qualunque metodo di cottura va bene che siano fritte, lessate al forno o in umido. Si possono anche centrifugarle però sempre lessate prima per poi inserirle nella centrifuga e gustarsi il succo.

Carote: quando vanno consumate?

Carote e abbronzatura non hanno una legame diretto contrariamente a quanto si pensa, non basta sedersi in spiaggia e consumare carote nella speranza che ci si abbronzi più in fretta possibile perchè è inutile. Infatti secondo recenti studi gli effetti della Vitamina A si vedono solo dopo un periodo continuativo di consumo, occorre fino a un mese per far si che l’organismo si abitui alla produzione degli elementi essenziali per favorire l’abbronzatura con le carote.

Se si intende utilizzare questo metodo per favorire la tintarella bisogna integrare le carote nella propria dieta almeno un mese prima di andare al mare o in qualunque altro posto per abbronzarsi. Dopodichè bisogna consumare almeno una porzione al giorno di carote in modo da tenere in costante abitudine l’organismo pronto e vigile per produrre gli elementi necessari che favoriscono la tintarella estiva.