La grotta di Crystal Ice Cave in Islanda: 25 metri sotto il ghiaccio

In che periodo si possono visitare le grotte di ghiaccio?

Si chiamano Crystal Ice Cave – traduzione letterale “Grotte di Cristallo” – sorgono in Islanda e, com’è facile immaginare, sono un vero e proprio spettacolo della natura.

La dinamica della loro creazione spiega, di per sé, la straordinarietà di questi luoghi incontaminati: l’incontro tra il ghiaccio e la crosta terrestre ha determinato un effetto straordinario all’interno delle grotte di cristallo autenticamente di color blu.

E’ possibile visitarle?

La prima domanda che sorge ai viaggiatori più curiosi è proprio questa. La risposta è semplice: si, ma in determinate condizioni. Difatti, bisogna tener conto delle condizioni climatiche per potersi immergere. Le Crystal Cave sorgono sotto a 25 metri di ghiaccio, e non è pensabile poterle raggiungere quando le temperature esterne non ne garantiscano una stabilità tale, da permettere l’ingresso dell’uomo. In pratica, per poter entrare nelle Crystal Cave bisogna attendere il rigido e intenso freddo tipicamente islandese, nei mesi da ottobre fino a marzo.

L’effetto “invisible”

Una delle tante particolarità della grotta sta nella sensazione che si prova sin dall’ingresso, denominata appunto “invisible”. Mentre si attraversa, infatti, si ha la sensazione di essere seguiti da entità invisibili: questo è dovuto ai movimenti impercettibili dell’acqua congelata che fanno scricchiolare il ghiaccio e determinano un effetto straordinariamente unico nel suo genere.

Dove si trova la grotta

Come abbiamo detto in precedenza, la Crystal Cave si trova in Islanda. Precisamente, la sua ubicazione è nel parco nazionale Skaftafell, situato tra Kirkjubæjarklaustur (Klaustur) e Höfn, nel cuore del Sud dell’isola. Tanti sono i luoghi di interesse che si possono trovare nelle vicinanze: la valle Morsárdalur, il monte Kristínartindar, il ghiacciaio Skaftafellsjökull, una foresta di betulle denominata Bæjarstaðarskógur.

Tra ghiaccio e fattorie

Poco distante dalle Crystal Cave, troviamo una serie di fattorie abbandonate al termine di eruzioni vulcaniche che hanno determinato la nascita di slavine ghiacciate e l’impraticabilità della zona.

Si tratta di un pezzo di territorio fortemente vocato al turismo, principale attrattiva di tutta l’Islanda e fonte di sostentamento di buona parte degli abitanti locali. I prezzi dei tour variano da 132 euro fino a 160 euro a persona, bisogna arrivare equipaggiati con indumenti pesanti, sciarpe cappelli e scarponi.