Alessia De Filippo: un messaggio di forza e speranza

Alessia De Filippo: un esempio di speranza e resilienza.

L’idea di resilienza come fonte di rinascita. Alessia De Filippo è una giovane ragazza campana, nata nel 1993 in una famiglia semplice è piena di amore. Fin da piccola presenta un forte senso empatico verso i più deboli.

Perché fai della resilienza il tuo motto di vita?

- Advertisement -

Nel 2014 un fulmine mi ha colpito. Dopo mesi di ricovero, la diagnosi: sclerosi multipla. Da lì a poco il mio mondo è cambiato. Mentre mi trovavo in facoltà per sostenere un esame, sono caduta. Da allora, il mio piede non ha risposto più ai comandi. Dopo una visita ortopedica, mi è stata prescritta una risonanza magnetica. Da lì tutti gli accertamenti, fino alla diagnosi. Ho perso la sensibilità agli arti, ho conosciuto la sedia a rotelle, imparando a vivere al buio, ma non ho mai mollato.
Oggi vivo a 360°. La sclerosi multipla mi ha cambiato, ma non vivo in funzione di lei. Ho un’amica sempre con me, ma non gestisce lei la mia vita, che è piena di traguardi: laurea triennale, laurea magistrale e master. La maggior parte seguiti online. Sono in piena attività nel sociale, aiutando nel mio piccolo, chi ha difficoltà.

Hai aperto anche una rubrica su Instagram, ti va di parlarcene?

- Advertisement -

La mia rubrica si chiama “il salotto di Iaia“. È una rubrica all’insegna del divertimento e della cultura. È nata dal mio vivere quotidiano. Il posto più comodo della mia casa è il divano
Questo salotto nasce dalla voglia di voler condividere. Non bisogna perdere la speranza, così io cerco di trasmettere la versione della mia resilienza.

Come possiamo raggiungerti?

- Advertisement -

Le dirette sono aperte e disponibili a qualsiasi argomento e a chiunque voglia alzare la voce o semplicemente condividere momenti di spensieratezza. Vi aspetto in diretta sul mio profilo @defilippoalessia.
Vi aspetto martedì 28 aprile alle ore 11.00 con Elena Alfieri, libera professionista, che si occupa di volontariato. Faremo un disegno particolare. Non spoilero niente però. Seguiteci per scoprirlo!!

Un pensiero sul periodo che stiamo vivendo?

Ormai sono passati due mesi, o qualcosa in più, ormai ho perso il conto. Mi sono inventata di tutto: cucina, giardinaggio, fai da te. Ora ho deciso di continuare a reinventarmi con la nuova rubrica. La situazione non è facile, ci sono numeri alti di casi e di morti, dolore su dolore. Un messaggio per questo periodo? Non mollate, sognate, portate la mente fuori. Mettete le ali alla vostra fantasia, sarà difficile, ma provateci. Non mollate ed uscite solo per le necessità. Non siete soli.

La resilienza ti ha spinto e risollevato nella tua sfida. Pensi possa essere collegata alla sfida attuale mondiale? Cosa vorresti dire al mondo, oggi?

Non abbiate paura di avere coraggio”. È sempre stata una frase che mi motiva a fare altro, a rialzarmi, ricominciare e riinventarmi. Oggi la resilienza dovrebbe essere parte intrinseca di ciascuno di noi. Si deve ripartire con coraggio ed intelligenza. Non si possono azzardare azioni, ma rispettare le regole date. È difficilissimo, lo ammetto, ma questo virus non guarda chi trova sul suo cammino, lo prende con sé e lo trascina via.

Arianna Ilardi
Arianna Ilardi
"Porto i segni di una guerra che alla fine ho vinto io".