Crosetto: “Invio armi sarà discusso in Parlamento”

Il ministro degli esteri ha anche parlato del comportamento di Conte

Guido Crosetto, ministro della difesa, in una intervista ad Avvenire ha parlato tra le tante cose della situazione in Ucraina: “Per quanto riguarda l’invio di armi all’Ucraina, il Ministero sta dando attuazione e darà attuazione a quanto previsto dai cinque decreti già approvati in base all’autorizzazione data dal Governo precedente, ricordiamo sostenuto da una maggioranza di cui Conte ed il suo partito, i 5Stelle, erano il principale gruppo e sostegno in entrambe le Camere”, afferma il ministro.

Il movimento 5 Stelle e il suo leader Giuseppe Conte hanno detto cinque volte si’ ai cinque invii di armi all’Ucraina che nei mesi passati e prossimi abbiamo inviato e invieremo. I 5 Stelle e Conte oggi hanno cambiato idea, ma solo a partire dalle ultime settimane. Arriva giusto in tempo, questo cambio ‘radicale’, per strumentalizzare le ragioni e il corteo delle associazioni di stampo pacifista che rispetto e comprendo e con cui sono e sarò sempre disponibile a parlare e dialogare. Con chi, come Conte, invece, cerca solo di lucrare sul pacifismo e sui suoi ideali, dimenticandosi che le armi di cui critica l’invio oggi sono state autorizzate dal suo movimento e dal governo che sosteneva, ogni dialogo è complesso. Conclude il ministro Crosetto.