Basilicata, il caos dilaga: M5S e Avs attaccano Calenda

Silvestri del Movimento 5 Stelle e Piccolotti dell'Avs attaccano Calenda, leader di Azione, ribattendo alle sue accuse

La situazione in Basilicata è complessa per il centrosinistra da quando sono girate voci – poi smentite – di un ritiro del candidato Domenico Lacerenza. Si trova in una situazione di stallo quando manca meno di una settimana alla chiusura delle liste per le Regionali. Nel frattempo Carlo Calenda di Azione ha iniziato a trattare con i candidati di centrodestra e con il presidente lucano Vito Bardi senza fornire indicazioni certe su quale sarà la collaborazione su cui punterà.

M5S e Avs attaccano Calenda,

Il Movimento 5 Stelle e AVS non risparmiano critiche a Carlo Calenda. Il capogruppo M5S Francesco Silvestri durante una conferenza a Roma su una proposta di Legge degli studenti sulla salute mentale ha detto riferendosi al leader di Azione “Ci accusa di aver imposto il candidato al PD e alla coalizione? La sua labirintite politica non è affar nostro“.

- Advertisement -

Dice la sua anche Elisabetta Piccolotti di Alleanza Verdi Sinistra appoggiandosi alle accuse del M5S contro Calenda. “Cambia idea ogni giorno“, afferma, e poi invita il leader di Azione ad una maggiore e più attenta riflessione rispetto a quella compiuta nelle ultime ore. E continua “Se poi vuole andare con la destra è un problema suo, noi abbiamo una coalizione forte unita e progressista con tanti temi importanti“. Proprio sulla coesione fa leva la sinistra negando che la partita contro la destra sia chiusa in partenza. Silvestri ne è convinto, il progetto porterà risultati positivi.

Valentina Trogu
Valentina Trogu
Web content writer, scrittrice e mediatrice familiare. Laureata in sociologia-analisi delle politiche sociali. Mi occupo della stesura di articoli toccando varie tematiche tra cui economia, salute, tecnologia. In questo modo posso coltivare la mia passione per la scrittura e cercare di rendere fruibili le informazioni ad un maggior numero di persone.