Immigrazione, pericolo o lucro

barcone_immigrati

In questi giorni abbiamo assistito ad un dibattito acceso sull’immigrazione, dibattito che viene sempre affrontato o per crisi di governo o per campagne elettorali (chissà perché?). Nel susseguirsi dei talk show, che fanno da sede elettorale ai politici nostrani si sono dette un bel po di…castronerie! (non vorrei essere scurrile), perché vedete l’immigrazione in italiana non è un problema irrisolvibile quanto conveniente nel suo persistere.

Perché mi direte, la risposta è semplice quanto complessa nel suo svilupparsi:

Loading...

gli immigrati portano soldi: ebbene si ne portano tanti, sopratutto a caritas e centri accoglienza gestiti da mafiosi o camorristi

gli immigrati portano un indice di attenzione alto: come si ci divincola da un problema palese?, spostando l’attenzione su un altro problema che attiri il popolo; dunque come possiamo destabilizzare l’attenzione dalle porcate legislative che escono da un parlamento non eletto? basta riempire i massmedia di notizie sull’immigrazione, fomentando cosi il razzismo e l’intolleranza etnica.

Ma bando alle ciance!… andiamo in europa e risolviamo tutto

problema 1: accordi di Schengen: lo stato che ospita registra chi sbarca e se lo deve tenere non può smistarlo in altri paesi, è cosi dal 1993

problema 2: la Merkel-dipendenza ci porta ad essere i cagnolini della Germania, quando ,per citare il signor Sgarbi “con un solo quadro degli uffizi, potremmo comprarci la città di colonia”…dunque facciamo quel che dicono loro

problema 3: Nessun paese europeo vuole risolvere in nostri problemi, a riprova che quest’europa pace e amore è solo una finzione e che piuttosto si tratta di un unione bancaria.

Stando cosi le cose possiamo solo sperare che ci sia qualcuno con le palle, capace di andare in europa e far valere i nostri diritti europei. Io credo sia una speranza vana dato che la maggior parte dei nostri rappresentanti sono collusi e prostrati al sistema. Non gli serve cambiare, va tutto bene, per citare un’aforisma noto “se vogliamo che tutto cambi, nulla deve cambiare”, questo gattopardo la sapeva lunga e credo che ci abbia preso in pieno.

Sospetto giorni felici per questi beniamini del malaffare e giornate grigie per poveri esseri umani trattati alla stregua di merci, spero solo che tutti riescano a capire che il colore nemico è solo quello dei soldi!

 

voi che ne pensate? attendo risposte cari lettori