Mattarella: “Ora serve senso di responsabilità”

Il Presidente della Repubblica torna a parlare dopo i risultati elettorali

Mattarella elezioni 2018

Sono soltanto passati quattro giorni dalle elezioni politiche, che hanno consegnato un Paese spaccato a metà. Tutto ora è nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. E proprio quest’ultimo, in occasioni delle celebrazioni per la festa della donna, si è rivolto alle forze politiche. “Serve senso di responsabilità, saper collocare sempre al centro l’interesse generale del Paese e dei cittadini“, queste il succo delle parole del capo dello Stato. Molto simile il messaggio dell’ex presidente Giorgio Napolitano: “Siamo di fronte a una crisi politica difficilissima. Serve senso di responsabilità“.

Mattarella ha quindi indirettamente chiesto ai partiti di adottare il metodo del confronto per riuscire a trovare una maggioranza che guidi il Paese. Insomma, i tre blocchi che si sono formati con il voto, ossia M5s, centrodestra e Pd, dovrebbero dialogare tra loro. La prima prova sarà, senza alcun dubbio, l’elezione dei presidenti delle due Camere. Sarà un test per valutare le possibili alleanze, prima delle consultazioni al Quirinale. Il Presidente della Repubblica spera di avere qualche indicazione importante, soprattutto da Montecitorio. Altrimenti la situazione potrebbe assumere sempre più il contorno di un vero e proprio rebus.

Ma cosa pensano i partiti? Il Movimento 5 Stelle, il partito più votato, sembra essere aperto al dialogo, soprattutto sui temi. Molto più sicuro di sé il centrodestra, con Salvini, ormai leader in pectore della coalizione, che afferma che “non ci saranno accordi organici, ma una richiesta di voto in Aula su alcuni punti programmatici“. Resta da capire cosa farà il Partito Democratico, ma soprattutto il segretario dimissionario Matteo Renzi. L’intenzione è quella di restare all’opposizione e di votare scheda bianca per l’elezioni dei due rami del Parlamento. Insomma, la soluzione sembra ancora lontana, ma le mediazioni sono alacremente al lavoro. E Mattarella ha già lanciato il suo monito. Basterà? Occorrerà aspettare qualche giorno per scoprirlo.

Loading...