Mattarella sulle Foibe: “si formò un muro d’imbarazzo”

L'intervento del Presidente della Repubblica durante le celebrazioni del "Giorno del Ricordo"

Il presidente della repubblica, Sergio Mattarella, ha commentato il dramma delle Foibe a margine della celebrazione del “Giorno del Ricordo”, al Quirinale.

Un muro di silenzio e di oblio – un misto di imbarazzo, di opportunismo politico e talvolta di grave superficialità si formò intorno alle terribili sofferenze di migliaia di italiani, massacrati nelle foibe o inghiottiti nei campi di concentramento, sospinti in massa ad abbandonare le loro case, i loro averi, i loro ricordi, le loro speranze, le terre dove avevano vissuto, di fronte alla minaccia dell’imprigionamento se non dell’eliminazione fisica“.

- Advertisement -

Mattarella ha ricordato che il Giorno del Ricordo è stato votato a larghissima maggioranza in Parlamento. “Sono passati quasi ottant’anni dai terribili avvenimenti che investirono le zone del confine orientale e venti anni dall’istituzione del Giorno del Ricordo, deliberata dal Parlamento a larghissima maggioranza. Giorno dedicato alla tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra“. 

Presenti alla celebrazione, oltre alla premier Giorgia Meloni, seduta accanto al presidente della Repubblica,  ministri degli Esteri Antonio Tajani, della Difesa Guido Crosetto, degli Interni Matteo Piantedosi. In prima fila anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e quello dello sport Andrea Abodi.

- Advertisement -

Durante la celebrazione sono state lette le importanti testimonianze degli esuli istriani e dalmati, vittime della persecuzione e sterminio messa in atto dai titini jugoslavi.

Fabri Fibra: online il video ufficiale, Una fotografia neorealista del nostro...

E' online  sul canale YouTube di FABRI FIBRA (https://youtu.be/n3CEdEGrTug) il cortometraggio ufficiale di “IN ITALIA 2024” (https://epic.lnk.to/initalia2024 Epic Records Italy/Sony Music Italia), la nuova versione...