Berlusconi a Napoli: “Già pronto il mio erede politico”

images (1)Sono giorni questi in cui Silvio Berlusconi torna a far parlare prepotentemente di sé. Dapprima la clamorosa indiscrezione lanciata ieri dall’Ansa che lo vedrebbe come ospite di Fabio Fazio nella puntata di “Che tempo che fa” che andrà in onda domenica 24 maggio. Successivamente, complice la campagna elettorale per l’elezione del Presidente della regione Campania in cui sostiene il governatore uscente Stefano Caldoro, in diretta sulla rete napoletana Canale 21, l’ex Premier si è lasciato andare ad una serie di dichiarazioni che potrebbero rilanciare il suo partito e più in generale il centrodestra nei prossimi mesi. “Un nuovo leader per Forza Italia” e di sicuro “non sarà scelto con il metodo delle primarie”. Nei giorni scorsi, durante un comizio a Saronno in cui appoggiava il candidato sindaco del centrodestra, Berlusconi aveva già dichiarato di essere “ormai fuori dalla politica”, e di restare solo “per senso di responsabilità”. Ora, con nuova linfa, torna a ribadire il concetto: “Sarà un movimento che abbraccerà tutti i moderati italiani. Non sarà guidato da me, ma da un mio erede. Chi sarà il mio erede politico? Ci sono due o tre persone che potrebbero prendere il mio posto di leader del movimento“.

E mentre già impazza il toto-nome (si rincorrono voci, in queste ore, che vorrebbero il figlio Piersilvio come diretto successore), le modalità, ma soprattutto i tempi in cui un tale rinnovamento dovrebbe verificarsi restano ancora confusi. Quello che però è chiaro nella testa di Berlusconi è che a scegliere il leader non sarà la base: “La storia insegna che i grandi leader come De Gasperi, Craxi e Berlusconi non sono mai passati per le primarie”. L’ex presidente del Consiglio ha poi aggiunto che il futuro soggetto politico che ha in mente: “Non si chiamerà Partito dei Repubblicani, ma sarà un movimento che abbraccerà tutti i moderati italiani”.

Loading...
Potrebbero interessarti anche