Brunetta verso lo sblocco dei concorsi: “Procedure semplificate, modello francese”

"Guardiamo al modello francese. Basta coi giovani che di lavoro fanno i concorsisti. Procedure semplificate"

Occorrerà sempre di più mettere al centro il merito, formazione, qualità e disponibilità ad apprendere, non sempre è stato così. I concorsi sono stati sempre troppo lunghi in Italia, con una durata media di 4-5 anni“. Così dichiara il ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta, aggiungendo: “Faremo concorsi semplificati, mai più carta e penna, tutto digitale e in 100 giorni, per consentire di fare 2-3 concorsi l’anno”.

Brunetta ha anche detto stop ai “molti giovani che hanno fatto i concorsisti di mestiere“, a voler dunque sottolineare come le procedure concorsuali verranno alleggerite e semplificate appunto per rendere più immediato l’inserimento nel mondo del lavoro.

- Advertisement -

Poi afferma il ministro: “In questo momento abbiamo bisogno di Draghi per finire il lavoro del Recovery in due anni almeno, abbiamo bisogno della sua autorevolezza, perché grazie a Draghi gli spread rimangono bassi e il mondo ci crede, crede al nostro fare debito, senza Draghi si andrebbe molto male in pochissime settimane”.

Guardiamo molto al modello francese“, ha infine concluso.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.