Corte Costituzionale: referendum su legge Fornero è inammissibile

Corte Costituzionale: referendum su legge Fornero è inammissibile

”Hanno fottuto un diritto sacrosanto” queste dichiarazioni poco diplomatiche vengono da Matteo Salvini al termine di una mattinata particolare. La Corte Costituzionale ha infatti dichiarato inammissibile il referendum sulla legge Fornero. Per gli amanti della precisione, si tratta dell’articolo 24 ovvero delle ‘Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici’. In termini politici, si trattava di uno dei cavalli di battaglia della Lega Nord. Le motivazioni della sentenza non sono ancora note. La Consulta si riserva infatti il diritto di manifestarle entro i termini dettati dalla legge. Ma ciò non sospenderà certo le polemiche. L’ex-ministra Fornero presenta le sue felicitazioni per una decisione da lei ritenuta ”positiva per il Paese” e si dice sicura che la Corte abbia avuto ”le sue buone ragioni”. La Lega Nord dal canto suo ha buon gioco nel riprendere le argomentazioni che le sono più familiari. A Radio Padania Salvini tuona quindi contro i giudici, a suo dire colpevoli di complottare contro la volontà popolare. Ricordiamo che la legge Fornero fra le altre cose aumentò la soglia dell’età pensionabile. Per questa ragione è stata molto impopolare e la Lega Nord l’ha presa di mira. L’assenza delle motivazioni alla sentenza rendono però tutti i sospetti ancora prematura. Anche se Salvini è convinto del fatto suo. “Questa Italia mi fa schifo – ha aggiunto – e mi batterò per ribaltarla”.

Loading...
Nato nel 1986 a Carate Brianza (MB) ma cresciuto in Sicilia. Ha studiato Editoria e Scrittura alla Sapienza di Roma laureandosi con una tesi dedicata al giornalismo culturale de 'la Repubblica'. Coltiva molti interessi fra cultura, politica e sport. Crede nel valore del libero confronto fra idee e mette tutto il suo impegno nel sostenerlo.