Il dipendente pubblico che dice che va al lavoro e poi non vi va deve essere licenziato

maida

Il ministro della pubblica amministrazione, Marianna Madia al convegno organizzato da rete imprese Italia sulla semplificazione della P.A. ha affermato «Il dipendente pubblico che dice che va al lavoro e poi non ci va deve essere licenziato». Questa è l’unica strada da seguire per il ministro della Pubblica amministrazione.

Il ministro ha voluto riferirsi  alle recenti cronache, che hanno coinvolto decine di dipendenti del Comune di Sanremo, ma ha aggiunto durante il convegno «ci dobbiamo liberare è che tutti i dipendenti pubblici siano fannulloni», per sfatare la credenza che i dipendenti pubblici siano tutti fannulloni e che gli imprenditori siano evasori.

Loading...

Maida, rivolgendosi al pubblico di commercianti e artigiani di Rete Imprese Italia, li ha esortati ad avere «una visione d’insieme». «Obiettivo comune – ha concluso – è superare luoghi comuni e contrapposizioni perché non hanno aiutato il nostro paese e hanno contribuito a creare steccati ideologici e diffidenze reciproche».

La Sangalli Confcommercio in veste del presidente di turno Carlo sangalli ha chiesto al Governo un impegno straordinario sulla riforma della Pubblica amministrazione con il pieno coinvolgimento delle imprese, con la creazione di una buona burocrazia che dia la possibilità agli imprenditori di lavorare con poche regole chiare e certe.

Secondo Carlo Sangalli, che ha presentato la ricerca sulla semplificazione amministrativa alla presenza del ministro Madia, il Governo deve cogliere e rafforzare i segnali di partenza, tramite riforme economiche e amministrative, perché solo così si potrà trasformare la ripresa in vera crescita.

Potrebbero interessarti anche