Donald Trump: prima stuprato e poi ucciso

150616192218-donald-trump-presidential-announcement-supercut-tsr-vo-00000002-large-169

Il miliardario americano Donald Trump, candidato alle primarie repubblicane alle prossime elezioni presidenziali, in una puntata della serie animata South Park, ideato da Trey Parker e Matt Stone, viene barbaramente stuprato e poi ucciso ferocemente da Garrison, un personaggio arrabbiato dai discorsi incongruenti del futuro presidente degli Stati Uniti d’America. “Le donne sono scrofe, l’Isis è un problema superficiale e i migranti del Messico sono stupratori”.

La puntata, dal titolo Where my country gone, (Dove è finito il mio paese), è già stata mandata in onda in America scatenando numerose polemiche e una probabile querela da parte del soggetto interessato. Nell’episodio sono presi di mira tutte le gaffe a ripetizione di Donald Trump durante i discorsi a favore della sua eleggibilità, come il messaggio ai suoi sostenitori per elogiare i valori americani postando dei soldati nazisti che marciano sulla bandiera a stelle e strisce, supportato dallo slogan ossessivo:  «Make American great again», ovvero, «Fai tornare grande l’America», con cui Trump vuole scuotere la coscienza dei suoi elettori.

Loading...

Trey Parker e Matt Stone, da diciotto anni cercano di mandare messaggi espliciti ai loro tanti fan, per sfatare i tabù e i luoghi comuni attraverso delle gag animate, soggetti a querele dal successo assicurato.

 

Antonio Agosta

Potrebbero interessarti anche