Ristrutturazione casa: la legge di stabilità proroga incentivi

ristrutturazione edilizia

Erano in molti ad attendere e ora finalmente sono arrivate: il disegno di legge di stabilità prevede la proroga delle detrazioni per la ristrutturazione casa.

Ne avevamo già parlato in passato in questo articolo e ora finalmente si può tirare un sospiro di sollievo, infatti, nel disegno di legge della legge di stabilità sono confermate le detrazioni IRPEF del 50% per la ristrutturazione casa fino al 31 dicembre del 2015. Novità importanti anche per i lavori destinati alla riqualificazione energetica  qualificata degli immobili che potranno godere delle detrazioni fino al 65%.

Detrazioni per ristrutturazioni edilizie ed acquisto mobili ed elettrodomestici

Importanti novità anche in questo caso, come già per il 2014, coloro che vorranno acquistare mobili o elettrodomestici di ultima generazione, classe A, poco inquinanti potranno godere delle detrazioni irpef al 50%, ma solo se gli acquisti sono contestuali alla ristrutturazione casa, non occorre per poterne beneficiare aver terminanto i lavori, ma aver manifestato con atti l’intenzione di ristrutturare casa. Commenti positivi vi sono stati da parte delle associazioni di categoria che in questo modo potranno ancora godere dei benefici di queste iniziative. Non possono, invece, tirare un sospiro di sollievo i proprietari di case non in linea con le normative antisismiche , infatti, in questo caso fino alla fine del 2014 gli incentivi sono del 65%, dal primo gennaio 2015 fino al 31 dicembre saranno allineate con le altre detrazioni ristrutturazioni edilizie al 50%.

Come beneficiare degli incentivi ristrutturazione casa

Loading...

Ricordiamo che per poter beneficiare degli incentivi per la ristrutturazione casa, occorre avere un reddito imponibile irpef e il rimborso del 50% avviene scalando l’importo dall’irpef, si avrà quindi una busta paga più sostanziosa, i benefici potranno essere riscossi per un massimo di 10 anni. Per poterne beneficiare i pagamenti devono avvenire tramite bonifici che devono indicare la normativa di riferimento.  Ricordiamo che l’importo massimo per il quale si può chiedere la detrazione per la ristrutturazione edilizia e di 96.000 euro. Per una ristrutturazione casa si possono quindi recuperare 48.000 euro.

Per chi vuole beneficiare degli incentivi meglio affrettarsi perché, se non ulteriormente prorogati per il 2016, cosa non sicura visto che dal 2012  è possibile beneficiare di queste agevolazioni, i benefici saranno molto ridotti , quindi sarà possibile le detrazione solo del 36% con un importo massimo dei lavori di 48.000 euro, ciò si traduce nella possibilità di recuperare solo il 36% di 24.000 euro, pari a 8.640 euro.

 

 

Potrebbero interessarti anche