Il ritorno di Gianpaolo Di Paola per sostenere il Presidente Sergio Mattarella

Giampaolo-Di-Paola

Il nuovo Capo dello Stato della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, sta preparando la nuova squadra fatta di nuove e vecchie glorie del panorama politico italiano, per supportarlo nei sette anni al Colle. Tra i probabili candidati spicca il nome dell’ Ammiraglio Gianpaolo Di Paola, come Consigliere Militare, colui che ricoprì la carica di Capo di Gabinetto dell’allora Ministro della Difesa Mattarella.
Nulla di strano, se non fosse per il solo fatto che Di Paola, “naturale consigliere” del Ministro Mattarella, fu coinvolto nel caso dell’uranio impoverito (DU) dei Balcani e sul rischio di quel materiale sui militari e sulla popolazione civile.
Dramma vissuto in prima persona da uomini indivisa che servirono con onore la bandiera italiana ed esposti, a loro insaputa, all’uranio impoverito o al radon, un gas radioattivo inodore che deriva dallo stesso materiale.
Purtroppo, la lista dei morti e dei malati sottoposti a cure affaticanti continua ad allungarsi. Lo Stato li ha dimenticati, snobbati dalle autorità a cui hanno fatto richiesta. “Ci dicevano che era tutto a posto”.
Di Paola assumerebbe il compito di Consigliere del Capo Supremo delle Forze Armate e, come primo impegno importante, avrà il compito di riportare in Italia i due Fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, in ostaggio da tre anni in India.
Il popolo italiano è perplesso per quanto sta accadendo, in particolare lo sono tutti coloro che hanno messo e mettono a disposizione la propria vita a difesa della Democrazia del nostro Paese in giro per il mondo.
Gli italiani sono sicuri che il nuovo Presidente della Repubblica Italiana, dall’alto della Sua esperienza e per la saggezza e l’integrità etica che lo contraddistinguano, farà tesoro del passato.

 

 

 

Potrebbero interessarti anche