Sea Watch, Conte: accoglieremo 15 persone

Sono ancora in mare le navi Sea Watch e Sea Eye. Palazzo Chigi sta trattando in queste ore per accogliere i migranti

La Sea Eye e Sea Watch le due navi delle ong che a bordo ospitano 49 migranti si trovano ancora in acque maltesi in attesa di sbarcare in qualche porto del Mediterraneo. Il premier Giuseppe Conte stamani a Palazzo Chigi ha dichiarato che l’Italia ospiterà 15 migranti e non solo donne e bambini, ma famiglie intere.

Intanto giungono telefonate con Bruxelles con Berlino, contatti con Portogallo, Olanda e Francia. Ha confermato inoltre Conte che i porti resteranno chiusi e che ogni trattativa con Malta sarà accolta dopo che avrà fatto sbarcare i clandestini delle due navi.

Le due Ong ha dichiarato il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli: hanno legami di bandiera o di licenza con Berlino e Amsterdam e che hanno violato ogni regola di navigazione marittima: «La Sea Watch è stata contattata dalle autorità libiche, e invece ha deciso di lasciare le acque libiche per andare in quelle maltesi, una decisione contraria alle regole, molto scorretta». 
Intanto una portavoce di Sea Watch Italia Giogia Linardi ha lanciato un appello affinchè le istituzioni in Italia e in Europa garantiscano un porto sicuro per i 49 migranti molti dei quali in mare da due settimane.

Potrebbero interessarti anche